CANNONI-CONRAD

Stazione Autonoma di abbattimento polveri – sollevabile

Sistema automatico di abbattimento polveri allestito su skid inforcabile personalizzabili per bonifiche ambientali, cave, miniere, cementifici, discariche e impianti di frantumazione materiali.

 

Dati tecnici

Informazioni aggiuntive

stazione completa di:

-CANNONE CONRAD SU TORRE O SU  BRACCIO ARTICOLATO

-PLC INTEGRATO PER TUTTI GLI AUTOMATISMI

-SERBATOIO 3000/5000/8000 LITRI

-GRUPPO ELETTROGENO

-SKID INFORCABILE/SOLLEVABILE

Conrad realizza anche sistemi autonomi di abbattimento polveri allestiti su skid zincati inforcabili, allestiti con serbatoi e generatori per assicurare acqua e energia al nebulizzatore.

In assenza di corrente e di acqua questi sistemi di abbattimento polveri sono fondamentali.

Questo tipo di impianti mobili per la nebulizzazione dell’acqua sono scelti nei cantieri temporanei, come ad esempio le bonifiche ambientali, dove le attività di scavo, rinnovo materiale risulti itinerante all’interno dell’area da trattare.

Le stazioni di abbattimento polveri sono progettate per essere sollevate facilmente con un muletto o con un apparecchio di sollevamento.

 I cannoni abbattimento polveri allestiti su questi sistemi sono attrezzati con PLC di nuova generazione che consentono di gestire innumerevoli automatismi :

  • Controllo della rotazione da 0° a 340°
  • Controllo dell’inclinazione da -20° a + 45°.
  • Movimento su/giù nel modello con braccio articolato
  • Impostazione dell’angolo di lavoro Avvio
  • Ventola Avvio alimentazione acqua (motopompa/elettrovalvole)
  • Programmazione settimanale del lavoro (3 cicli giornalieri di avvio/arresto)
  • Selezione ugelli attivi
  • Accensione o spegnimento del riscaldamento della corona
  • Accensione o spegnimento del riscaldamento del faro
  • Accensione o spegnimento del riscaldamento del radiocomando

[ninja_tables id=”87914″]

Stazioni Autonome:

CONRAD C32 abbatte la polvere nelle demolizione

https://youtu.be/HD0LgSxgabc Demolire è una professione e solo in Italia si stimano circa 7 milioni di edifici abbandonati potenzialmente soggetti ad azioni demolitive. Nel precedente articolo

Richiedi un preventivo